CONTATTI SEZIONE


Tel. 0541 322.304
E-mail cpd@giordano.it

CPR - Certificazione Prodotti da costruzione

 
MARCATURA CE PRODOTTI DA COSTRUZIONE

 

 
Istituto Giordano è un Organismo di Certificazione e Laboratorio notificato ai sensi del Regolamento (UE) 305/2011 (CPR) per oltre un centinaio di prodotti. Di seguito un elenco rappresentativo di alcuni tra i prodotti più marcati.

Per l'elenco completo delle norme armonizzate per le quali è stata richiesta l’autorizzazione ai Ministeri competenti e per le quali abbiamo richiesto e ottenuto la notifica, consultare l'elenco completo di Riconoscimenti, Autorizzazioni e Accreditamenti

Esempi di marcatura CE di prodotti da costruzione svolti da Istituto Giordano


Di seguito un breve estratto dei vari materiali sui quali Istituto Giordano effettua marcatura ce di prodotti da costruzione. Ogni materiale ha la sua pagina dedicata, raggiungibile dai rispettivi box a fondo pagina.

Marcatura CE prodotti da costruzione: Acciaio e alluminio 


Per quel che concerne le marcature CE dei prodotti da costruzione, la UNI EN 1090-1 specifica i requisiti per la valutazione di conformità dei componenti strutturali in acciaio e alluminio utilizzati per le realizzazioni di strutture in acciaio e miste.

Gli elementi possono venire utilizzati direttamente nelle opere o essere incorporati nelle stesse dopo essere stati assemblati. La norma si applica alla produzione in serie e non.

Rientrano sotto questa normativa tutte le strutture in acciaio che devono quindi essere marcate CE dal produttore, in ottica di certificazione cpr.
Ad Esempio: capannoni, pensiline, portali di sostegno, scale di emergenza, tettoie ed altro ancora.

Se sono presenti attività di saldatura, queste per essere conformi alla marcatura CE dei prodotti da costruzione debbono essere condotte nel rispetto della norma UNI EN ISO 3834 e quindi con la qualifica dei procedimenti e degli operatori di saldatura.
 

Marcatura CE Materiali da Costruzione: le Calci 


La norma UNI EN 459-1:2010 è atta a regolare la marcatura CE di materiali da costruzione come le Calci.
 
Si applica alle calci per costruzione usate come leganti nella realizzazione di malte (da muratura e per intonaci interni ed esterni), per la produzione di ulteriori prodotti da costruzione e per applicazioni in ingegneria civile.

Istituto Giordano, operando come Organismo di certificazione in possesso di notifica ministeriale e come laboratorio di prova, è in grado di fornire un servizio completo finalizzato all'ottenimento e al mantenimento della certificazione per poter apporre la marcatura CE necessaria per la certificazione cpr di questo prodotto:

Certificazione CPR: Cavi elettrici


La marcatura CE di prodotti da costruzione come i cavi elettrici secondo il Regolamento n. 305/2011 (CPR) è diventata obbligatoria a partire dal 1°luglio 2017.

I requisiti essenziali da soddisfare sono la Reazione al fuoco e l’emissione di sostanze pericolose.
La classificazione di reazione al fuoco dei cavi è stabilita in capo alla norma EN 13501-6, che definisce classi, regole e metodi di prova da applicare.

CPR la certificazione dei Serramenti 


All’interno della certificazione CPR, ovvero di prodotti da costruzione, la Norma UNI EN 14351-1 è quella che si occupa specificamente di serramenti, il sistema di valutazione e verifica della costanza di prestazione (VVCP) richiesto è il sistema 3,fatta eccezione per le porte sulle vie di fuga per le quali è richiesto il VVCP 1.  

La scelta dei campioni per le prove iniziali è in capo al fabbricante. Ai fini di ridurre le  prove da effettuare sui prodotti, è possibile separare la produzione in famiglie e provare  il campione rappresentativo. 

Marcatura CE prodotti da costruzione: Fosse Settiche 


In Europa  sono 24 gli organismi notificati che possono effettuare test su questi prodotti ma solo il 10% di loro  ha la possibilità di mettere in atto tutti i test di prova necessari per conferire la marcatura CE per prodotti da costruzione alle fosse settiche. Istituto Giordano in Europa è l’unico Ente Notificato per entrambe le parti della norma UNI EN 12566 per tutto il sud Europa.

L’accordo con PIA (Istituto di prove per il trattamento delle acqua reflue S.L.– Germania), è infatti fondamentale per tutti i produttori Italiani e non, che possono seguire le procedure ed i test per marcature CE dei prodotti da costruzione senza dover per forza rivolgersi all’estero.