Condizioni generali di vendita


Le seguenti condizioni si applicano per quanto non gia espressamente indicato nell’offerta/ordine o contratto. In ogni caso le condizioni più favorevoli al Cliente devono essere espressamente indicate nell’offerta/ordine o contratto.
 
  1. Per prestazioni non previste nell’offerta/contratto, ma resesi necessarie durante un itinerario di prova/taratura, verrà applicata, ove ne risulti il riscontro, la tariffa dell'Istituto in vigore alla data di esecuzione della prestazione. Dove ciò non fosse possibile si procederà a consuntivo, in base al costo orario vigente di listino. Gli oneri del rapporto di prova, ove applicabili, sono soggetti al valore indicato in offerta/contratto. Per quanto altro non indicato, vale il listino prezzi in vigore.
  2. Salvo diversi accordi la proprietà intellettuale derivante dalla certificazione, prova, taratura, o ogni altra attività, risulterà sempre esclusivamente del Committente.
  3. Il cliente che richiede una prestazione deve pagare il 50% in acconto e il saldo a mezzo R.B. 30 gg. fine mese, salvo diverse condizioni pattuite.
  4. Al cliente che richiede di assistere alle attività di laboratorio commissionate potrà essere addebitato il 10% del costo base con un massimo di € 250.
  5. Il cliente che ha prenotato un programma di attività in laboratorio e lo sospendesse per propri motivi, determina la chiusura contabile del rapporto e la decadenza degli impegni assunti dall'Istituto in offerta. Se la sospensione eccede gli 8 giorni lavorativi verrà posto in essere un nuovo contratto per la ripresa dell'attività con nuova programmazione in accordo con le esigenze produttive dell'Istituto.
  6. Se a seguito dell'esecuzione di prove/tarature/certificazioni, si richiede che venga tenuta in sospeso la documentazione di attestazione prevista (rapporti, certificati, ecc.), per motivi propri, ciò non arresta l'iter amministrativo. La prova/taratura/certificazione verrà fatturata integralmente, fatti salvi gli oneri del rapporto, e i pagamenti decorreranno secondo i termini del offerta/ordine/contratto.
  7. Il cliente che intende ripetere una prova/taratura dovrà pagare l'intero ammontare della prova/taratura, salvo i casi ove si ravvisi un recupero delle spese di allestimento.
  8. Al cliente che richiede una ripetizione della prova/taratura perché contesta il risultato, verrà abbonato il 100% del costo, qualora risultasse fondato il reclamo; diversamente gli verrà addebitata una nuova prova/taratura.
  9. L'Istituto, salvo specifici accordi, non assume impegni tassativi o vincolanti di tenere informati i clienti sui risultati che si vanno profilando nel corso di esperienze da essi richieste. Per ovviare a ciò i clienti possono chiedere di assistere alla prova come previsto al punto 4.
  10. L’Istituto Giordano S.p.A. non anticipa i risultati di prove/tarature prima dell’emissione del documento ufficiale.
  11. È vietata l’ammissione visitatori fatta eccezione per i soggetti ammessi ad assistere alle proprie attività. A questi ultimi non è consentito di recarsi in laboratori o zone non riguardanti la propria attività, e comunque dovranno essere dotati di regolare pass ed accompagnati da personale dell’Istituto. Sono possibili visite autorizzate dalla direzione o dai responsabili di Laboratorio/Servizio in circuiti organizzati con accompagnatore. Inoltre, non è consentito ai visitatori effettuare foto e/o riprese video.
  12. Il rilascio del pass a coloro che sono ammessi ad assistere alle prove/tarature è condizionato alla registrazione di un proprio documento di identità in accettazione (patente, passaporto, carta d'identità, ecc.)
  13. Estensione della ragione sociale del committente nell’intestazione del rapporto di prova. L’estensione di un rapporto di prova a un secondo intestatario è possibile al verificarsi delle seguenti condizioni:
    - l’intestatario originario concede per iscritto l’assenso all’estensione del proprio rapporto di prova;
    - il secondo intestatario invia un ordine formale e dichiara di accollarsi il costo dell’estensione, di importo come da listino, più normali oneri del rapporto di prova, IVA ed eventuali bolli.
  14. Se entro mesi 4 (quattro) dalla stipulazione del contratto il cliente non ha ancora provveduto all'invio degli oggetti (campioni) necessari per la prova/taratura, l'ordine si intende annullato e l'acconto corrisposto viene acquisito a titolo di compenso per le spese di predisposizione della prova/taratura ed amministrative.
  15. Per l'esecuzione di offerte di particolare impegno tecnico o scientifico, che richiedano un'attività di ricerca preliminare di tipo bibliografico, normativo o di studi ingegneristici, potrà essere richiesto il pagamento di un contributo. Tale onere verrà rimborsato in caso di accettazione dell’offerta ed emissione dell’ordine esecutivo (Non applicabile per servizi di certificazione).
  16. Ove non diversamente indicato, gli oggetti (campionatura) necessari per la prova e/o il servizio si intendono resi franco Sede Operativa pertinente dell’Istituto, accompagnati da regolare documento di trasporto.
  17. Per i servizi richiesti con procedura di urgenza, potrà essere applicata una maggiorazione del 30% dell'importo previsto; in tal caso le prestazioni avranno inizio entro 48 ore dalla data di consegna del materiale e dalla stipulazione del contratto. Per servizi richiesti con carattere di immediatezza, sarà applicata una maggiorazione del 50%. L'Istituto si riserva in ogni caso la facoltà di accettare o meno la richiesta di urgenza o di immediatezza in relazione al tipo di servizio e agli impegni di lavoro già assunti (Non applicabile per servizi di certificazione).
    I risultati delle prove/tarature si intendono, salvo diversa indicazione, riferiti solo ed esclusivamente agli oggetti (campioni) provati/tarati.
  18. RISOLUZIONE DEL CONTRATTO: la comunicazione di risoluzione del contratto è possibile solo a mezzo lettera raccomandata o posta elettronica certificata (PEC). Se il contratto viene risolto unilateralmente dal Committente, l'Istituto incamererà quanto incassato (acconto + importo relativo allo stato avanzamento lavori) quale indennizzo per approntamento ed esecuzione anche parziale delle attività nonché spese derivanti da attività amministrative.

Rev. 06/12/2017