Prove su elementi destinati alla Nuvola di Fuksas (Centro Congressi Roma Eur)

Dell’ imponente compagine che costituisce il nuovo centro congressuale, inaugurato il 29 ottobre 2016, il Roma Convention Center - La Nuvola (Nuvola di Fuksas dal nome del progettista Massimiliano Fuksas) rappresenta sicuramente  l’elemento architettonico più caratteristico.
La struttura dallo straordinario effetto visivo, contenente l'auditorium da 1850 posti e i relativi servizi, galleggia in una teca di acciaio e vetro alta 40 metri, larga 70 e lunga 175.
Composta da 5 livelli collegati fra loro da scale mobili e da passerelle sospese, è costituita da uno scheletro di acciaio e rivestita da un telo in fibra di vetro siliconato di 15000 metri quadrati.

All’interno di questo maestoso progetto Istituto Giordano è stato chiamato a svolgere prove acustiche e di resistenza al carico dinamico. Nello specifico sono state effettuate misure in camera riverberante del coefficiente di assorbimento acustico delle poltrone destinate all’auditorium (Poltrona Frau, Contract Divisione dei pannelli per il controsoffitto (Devoto Arredamenti), secondo le prescrizioni della norma UNI EN ISO 354:2003 del 01/12/2003.
 
Fotografia dei campioni (pannelli per  controsoffitto e poltrone)  nell’ambiente di prova costituito da una camera riverberante a forma di parallelepipedo con base rettangolare.

Tutte le superfici dell’ambiente di prova sono state trattate in maniera da provocare la massima riverberazione sonora.
La prova è consistita nel misurare i tempi di riverberazione della camera riverberante vuota e della camera riverberante contenente il campione in esame  al fine di determinare il coefficiente di assorbimento acustico del campione stesso. Il tempo di riverberazione corrisponde all’intervallo di tempo, espresso in s, durante il quale il livello di pressione sonora decresce di 60 dB a partire dall’arresto della sorgente di rumore.
Per lo svolgimento delle prove sono stati utilizzati elementi diffondenti, un generatore di rumore rosa, un amplificatore di potenza e due diffusori acustici omnidirezionali dodecaedrici, funzionanti alternativamente per ognuna delle sei posizioni microfoniche, così da rilevare dodici decadimenti del livello di pressione sonora per ogni banda di frequenza.
 
L’auditorium da 1850 posti dove sono state installate le poltrone e i pannelli per il controsoffitto testati presso i laboratori di Istituto Giordano.

Oltre alle prove in laboratorio, è stata effettuata anche una prova in opera. Nello specifico una prova di resistenza al carico dinamico su parapetto vetrato con corpo impattatore, conforme alla norma UNI EN 12600:2004.
Il campione sottoposto a prova era costituito da una lastra in vetro avente dimensione L=4530 mm x H=2000 mm, stratificata ed extrachiara con interposta lamina di SGP  dello spessore totale di 25,52 mm. Il vetro è stato collegato al piatto pantografato costituente la struttura di aggancio del Telo della “Nuvola” mediante n° 14 rotulle a snodo sferico e in acciaio inox ed è stato sospeso ad una distanza di 20 mm rispetto al piano finito di calpestio.
Il corpo impattatore è stato sospeso mediante un cavo, di massa trascurabile, in modo tale che in posizione di riposo essi venissero a trovarsi a contatto col punto in cui si voleva fare avvenire l’impatto.
Tutti gli urti sono stati eseguiti facendo cadere i corpi d’impatto con andamento pendolare, senza velocità iniziale e da un’altezza prefissata in corrispondenza del punto elencato nella tabella successiva.
La prova è consistita nel sottoporre il campione, in sequenza, a:
–    urto da corpo molle dislivello di caduta H = 200 mm;
–    urto da corpo molle dislivello di caduta H = 1200 mm.

Consulta l'elenco delle attività di prova che possono svolgere le nostre sezioni di Edilizia e di Acustica e Vibrazioni