Istituto Giordano in Cina


Una PIACEVOLE sorpresa 
Un caldo benvenuto riprodotto su un pannello a messaggio variabile è l'accoglienza che è stata riservata ai nostri Ispettori da parte di una grossa azienda che produce proprio questo tipo di prodotti: pannelli a messaggio variabili EN 13986.
 
La visita è stata effettuata nell'ambito di una fase di certificazione del controllo di produzione in fabbrica per il rilascio della marcatura CEI EN 12966.
 


Il LAVORO CONTINUA presso un'azienda di Foshan (Guangdong) che produce pannelli di compensato.
 
La verifica è condotta con lo scopo di valutare l'applicazione dei requisiti del controllo di produzione in fabbrica conformemente alla norma EN 13986.
Questo tipo di audit prevedono il controllo di due settori:
  • controllo del processo di produzione
  • controllo statistico delle prestazioni del prodotto finito attuate in laboratorio.

Le fasi del processo sono:
  1. Controllo a campione dei quantitativi di collante applicato;
    tale controllo si ottiene tramite una bilancia tarata, misurando la differenza di peso fra due campioni, uno trattato e uno non trattato dal processo di applicazione della colla. La documentazione del controllo di produzione stabilisce le specifiche comprese le tolleranze ammesse.

  2. Processo di pressatura a freddo e di pressatura a caldo;
    in questi due processi il controllo di costaanz è attuato sui parametri di pressione, temperatura e tempi di permanenza valutati attraverso manometri, termometri e cronometri.
     
  3. Processo di squadratura dei pannelli che permette di mantenere sotto controllo gli spessori, la planarità e la perpendicolarità dei prodotti.
Tutte le fasi di controllo sono opportunamente pianificate, specificate, registrate e valutate dal personale addetto.


Dal LEGNO alla GHISA presso una fonderia di Handang (Hebei)
   
 
Il processo di certificazione analizzato riguarda il rilascio di un marchio di qualità in base alla EN 1433. Nello specifico è stato verificato un processo in outsourcing per la realizzazione di un componente in ghisa sferoidale secondo la EN 1563. Le fasi di produzione e controllo prese in considerazione sono state:
  • Controllo degli stampi
  • Controllo della ricetta della fusione
  • Fase di colata negli stampi tramite stiviere


Dalla città di HANDANG a quella di SHIJIAZHUANG
Quest'ultima foto si riferisce a una verifica ispettiva svolta a Shijiazhuang presso una fonderia di ghisa sferoidale.
L'immagine mostra l'immagazzinamento a piazzale di alcuni inerti utilizzati per il processo di produzione e la discussione emersa in seguito all'Audit svolto in laboratorio sui controlli finali.

... e sul FINIRE del viaggio
Un momento di relax e amicizia col nipote del nostro collaboratore Sig. Peter Guo, responsabile dell'Ufficio di Rappresentanza Istituto Giordano sito in Shanghai.
 
"Abbiamo giocato a palla e mangiato ravioli... Le mie orecchie sono rosse perché sono a sventola e il sole provoca questi giochi di luce anche in Italia..."
Per approfondimenti sulle tutte le attività che Istituto Giordano svolge in Cina, clicca qui