Personale IG qualificato CND - Controlli non distruttivi


Istituto Giordano opera da diversi anni nell’ambito dei controlli non distruttivi (CND) legati al settore navale, civile e industriale. Tali indagini vengono eseguiti su: acciai, ghise, alluminio, materiali compositi (vetroresina, fibra di carbonio...), ottone, plexiglas.

SETTORE INDUSTRIALE: prove pre-servizio e in servizio di attrezzature, impianti e strutture.
Consolidate nel settore industriale, le prove non distruttive sono sempre più utilizzate per verificare le caratteristiche tecniche dei prodotti industriali.

Il nostro Istituto mette a disposizione personale qualificato di II e III livello (ISO 9712, ASNT SNT-TC-1A, Dir. 2014/68/UE - PED), per la redazione di procedure di controllo e per l'esecuzione di controlli non distruttivi di tipo:
  • VT - Visivo
  • MT - Particelle magnetiche
  • PT - Liquidi penetranti
  • UT - Ultrasonoro
  • RT - Radiografico
  • TT - Termografico

SETTORE INGEGNERIA CIVILE, BENI CULTURALI E ARCHITETTONICI
La tecnica dei Controlli Non Distruttivi si sta sempre più affermando anche in ambito civile. Le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni chiedono infatti di sottoporre a controllo elementi strutturali e materiali.

A tal fine mettiamo a disposizione personale qualificato di II e III livello CND, secondo la UNI EN ISO 9712:2012 nei seguenti metodi:
  • MP - Martinetti piatti
  • PC - Prove di carico
  • UT - Indagine Ultrasonora
  • MG - Indagine Magnetometrica
  • SC - Indagine Sclerometrica
  • TT - Termografico
  • MO - Monitoraggio delle strutture

SETTORE NAUTICO
I CND nel settore nautico e navale rappresentano un valido strumento atto a individuare eventuali discontinuità superficiali o interne, misurare lo spessore dei materiali, determinare la posizione e la dimensione di eventuali difetti. Tali valutazioni sono spesso necessarie per la redazione di perizie, a seguito di ripristini per eventi accidentali, per il mantenimento della Classe rilasciata dagli Enti di Classificazione Navale o semplicemente per un controllo di buono stato.

Per effettuare i suddetti controlli Istituto Giordano si avvale di personale qualificato di II e III livello secondo le norme UNI ISO 9712 e SNT TC 1 A per i seguenti metodi:
  • VT - Visivo
  • MT - Magnetico
  • LP - Liquidi penetranti
  • TT - Termografico
  • UT - Ultrasuoni

Nello specifico, ad esempio mediante il metodo ad ultrasuoni (UT) possiamo effettuare misurazione degli spessori di carena, ponti e paratie e soprattutto su scafi in acciaio e lega leggera è possibile verificare lo spessore delle lamiere che comprendono il fondo, le murate, il ponte di coperta e le strutture interne, nonchè ricercare eventuali discontinuità nelle saldature. Mediante il metodo Termografico (TT), invece ad esempio su scafi in vetroresina è possibile verificare la presenza di delaminazioni, riparazioni precedenti o  infiltrazioni d’acqua.

 
Contattaci