LA FORMAZIONE FINANZIATA E I FONDI INTERPROFESSIONALI

 

Vuoi frequentare i nostri corsi finanziando la tua formazione e quella dei tuoi dipendenti?
Puoi utilizzare i fondi professionali per la formazione continua.
Cosa sono i fondi interprofessionali per la formazione continua?
I Fondi Interprofessionali sono organismi di natura associativa per finanziare la formazione all’interno delle aziende.
Nel 2003, con l´istituzione dei primi dieci Fondi Paritetici Interprofessionali, si realizza quanto previsto dalla legge 388 del 2000, che consente alle imprese di d estinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS (il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) alla formazione dei propri dipendenti. I datori di lavoro potranno infatti chiedere all’INPS di trasferire il contributo ad uno dei Fondi Paritetici Interprofessionali, che provvederanno a finanziare le attività formative per i lavoratori delle imprese aderenti.

 

 

La sottoscrizione di un Fondo è GRATUITA, in quanto rappresenta esclusivamente la possibilità di investire parte dei contributi versati obbligatoriamente in AZIONI FORMATIVE per i lavoratori.
L’impresa aderisce al Fondo in modo VOLONTARIO, attraverso il modello di denuncia contributiva DM/10 dell’INPS. Questa operazione solitamente viene effettuata da coloro che redigono le buste paga (ufficio interno, esterno o consulente del lavoro).
Cosa possono finanziare?
Piani formativi aziendali, settoriali e territoriali, che le imprese decideranno di fare per i propri dipendenti;
Piani formativi individuali (art. 48 L. 289/02).

 

Come operano i fondi?
Gran parte dei Fondi emanano periodicamente comunicazioni (Bandi, Avvisi pubblici, etc…) in cui si apre una finestra temporale per presentare i piani formativi.
Pubblicato l’avviso/bando, l’azienda, o chi per lei, elaborerà il progetto da presentare al fondo.
I piani formativi presentati saranno valutati e selezionati dagli organi del fondo che provvederanno a stilare e rendere pubblica una graduatoria di aggiudicazione
Alcuni fondi permettono anche un metodo di accesso diretto da parte di ogni azienda alle risorse accantonate nel fondo, come per es. “conto formazione” di fondimpresa. Si tratta di una procedura molto più agevole e diretta di finanziamento per le aziende. Il Fondo provvede ad accantonare una percentuale sostanziosa del contributo, versato al fondo tramite l’INPS, su un conto che rimane disponibile per l’azienda nei modi e nei tempi che ritiene più opportuni senza quindi dover attendere la pubblicazione dell’avviso.
Per gestire le pratiche e presentare i propri piani formativi l’azienda si può rivolgere  al Fondo al quale ha aderito per sapere quali sono gli enti che a livello locale possono seguirli. Ad esempio Fondimpresa si articola a livello territoriale negli Organismi Bilaterali Regionali (OBR), che hanno il compito di fornire assistenza a tutte le aziende operanti nella rispettiva regione.
L’adesione a un Fondo comporta delle spese per le imprese?
No. L’adesione a un Fondo non comporta alcuna spesa aggiuntiva: parte del contributo ordinariamente versato all’INPS, secondo quanto previsto dalla Circolare n. 60/2004, verrà trasferito dall’INPS stesso al Fondo prescelto dall’impresa.
 
Se avete bisogno di un approfondimento o di un aiuto potete contattarci al seguente recapito:
Silvia Neri - tel. 0541 322 303